Kodak TMAX 3200 & Auto d’epoca: un matrimonio perfetto! (2^ parte)

di © Riccardo Scuderi

Facendo seguito alle considerazioni sulla Kodak TMAX 3200 Iso già espresse qualche settimana fa (vgs. Kodak TMAX 3200: la bellezza della grana su pellicola (1^ parte)) riporto con piacere e soddisfazione una serie di scatti effettuati con la Leicaflex SL2 munita di obiettivi Summicron R 50mm ed Elmarit R 135mm. Sviluppo effettuato con rivelatore Ilfosol3 in diluizione 1 + 9.

L’evento immortalato è il Bergamo Historic Grand Prix del 2019, gloriosa manifestazione in memoria del leggendario Tazio Nuvolari sul Circuito delle Mura di Città Alta, dove il mitico Mantovano Volante, a bordo della sua Alfa Romeo P3 nel 1935 vinse la Prima Coppa Città di Bergamo, con una velocità media di 85 km/h!

Immagino che l’argomento faccia particolarmente piacere al nostro presidente Ivan Mologni che, assieme alla fotografia, condivide la passione per le auto storiche ed è stato svariate volte protagonista dell’evento in questione. E’ infatti possibile approfondire l’evento consultando i seguenti articoli pubblicati nel Foto Club Bergamo:

Bergamo Historic Gran Prix: un grande appuntamento; Historic Gran Prix; Historic Gran Prix – Circuito delle Mura; Fotografi Ufficiali : Bergamo Historic Gran Prix historic gp

“Pellicola & Auto Storiche: bellezze senza tempo!”

Anniversari = occasioni per immagini “storiche”

La questura di Bergamo festeggia il suo 100° compleanno ed espone le vetture che ne hanno accompagnato lo sviluppo.
I Soci del Fotoclub scatenati per documentare (Ivan con Contax RTSIII, Alex con Laica R6.2, Orsola Rollei SL35, Serena con Olympus OM1, con pellicole negative Kodak 200 e Fuji 100) ed ecco un favoloso estratto… Jeep Willys della Celere 1943, Fiat Campagnola 1951, Autocarro OMCL 1954, Giulietta 1300 TI 1961, Giulia Super 1600 1971, Ferrari 250GTI 1968, Alfetta 1.8 1978, A.R. 155 1.8 TS 1996, A.R. 75 1.8 1992, Giulietta 1.6 TDM2 2018…. tanta, tanta Alfa Romeo!

E quindi come non festeggiare anche i 110 anni (!) del glorioso marchio?
Per fare ciò, riprendiamo dagli archivi le belle immagini di un suo modello che resta nel cuore di tutti gli appassionati di auto storiche (Alfa Romeo Giulia 1.3 Junior del 1965 – “designer” Bertone in rosso corsa tipico delle A.R.) impegnato sul “Circuito delle Mura” (foto di Alessia con Canon F1, Luigi con Nikon F3, Ursula con Olympus OM2, Renato con Leica 6.2), augurandole lunga vita!!

Bergamo Historic Gran Prix: un grande appuntamento

Domenica 27 Maggio 2018 storiche e prestigiose vetture da corsa son tornate in Città Alta per disputare la 13° edizione della Coppa Città di Bergamo (rievocazione storica del GP di Bergamo che vide trionfare Tazio Nuvolari su Alfa Romeo P3 nel 1935) nella formula Bergamo Historic Gran Prix collaudata con grande successo di pubblico.
Il Circuito delle Mura (m 2920), percorso anche quest’anno in senso orario, come nel 1935, parte da Piazza Cittadella, attraversa la porta del Pantano, scende dalla Boccola e, dopo il lungo rettilineo fino alla chiesa S.Agostino, passa l’impegnativa curva con cambio di pendenza, segue la salita del Viale delle Mura e poi la chicane della porta S.Giacomo seguita dal rettifilo di Santa Grata e, dopo la curva a 90° del Seminario, giunge al traguardo di Colle Aperto.
Hanno partecipato alla gara 80 selezionati bolidi d’epoca di assoluto pregio F1 e F Junior anni ’50-’60, ANTEGUERRA GP/SPORT e GTS/SPORT fino al 1975 delle case più blasonate: Ferrari, Alfa Romeo, Bugatti, Maserati, Porsche, Jaguar, Lamborghini, Aston Martin… importanti scuderie storiche, con la partecipazione di personaggi del mondo automobilistico sportivo e dello spettacolo.
Come ormai da tradizione, per rievocare i GP motociclistici sul circuito delle mura avvenuti negli anni ‘ 50, si sono disputate due manche dedicate alle moto da GP storiche pre 1975 con protagonista assoluto il nove volte campione del mondo Carlo Ubbiali.
Per i Soci del Fotoclub una ghiotta occasione per immortalare un evento internazionale con uno sfondo storico.

Historic Gran Prix – Circuito delle Mura

Era una giornata piovosa, più invernale che primaverile, quella del 29 maggio 2016 nella quale i nostri instancabili appassionati del Fotoclub Bergamo sono historic gp 1935stati impegnati a immortalare le evoluzioni delle gloriose vetture anteguerra GP lungo quel circuito storico che vide anche le gesta di Tazio Nuvolari, immortalate dal cinegiornale LUCE del 1935.

E così, tra le nostre numerose immagini, compaiono, impegnate nella gara bagnata del 2016, auto come la Maserati 26M e l’Almicar CGSS del 1928 e la Fiat Coppa d’Oro del 1935. E sfilano poi le Moto GP … mitiche Guzzi, Gilera, Ducati, Indian, MV Agusta, Benelli, Norton…

historic gp 2016

Come non ricordare che legato all’Historic GP è il Trofeo Giulio Foresti, istituito per commemorare il grande pilota bergamasco (1888-1965), che fu pioniere e campione dell’automobilismo sportivo oltre che l’unico italiano, con Felice Nazzaro, a tentare un record di velocità terrestre. Durante i primi test (non ufficiali) del 1924 la Djalma, costruita ad hoc, fu cronometrata a 257 km/h (il record era allora di 235 km/h, detenuto dalla Sunbeam 350 HP di Malcolm Campbell). Nel 1927, Henry Segrave, alla guida della Sunbeam 1000 HP, porta il record a 328 km/h; a Novembre dello stesso anno anche la Djalma è pronta ma, a Pendine Sands, nel Galles, durante un test, il pilota perde il controllo a circa 240 km/h: la vettura è completamente distrutta,  ma Foresti, che indossava come sempre solo un paio di occhialoni, esce incolume riportando solamente ferite lievi. Dal 1911 al 1933, gareggiando ai massimi livelli con i grandi campioni del volante, partecipa a numerose corse per diverse case automobilistiche, Itala, OM, Ballot, Peugeut, Schimd e nel 1928 diventa il pilota ufficiale della Bugatti. Il suo palmares è lunghissimo e stupefacente.