I Palazzi Nobili di Bergamo (1^ parte): Palazzo Moroni

di © Ivan Mologni

E’ mia intenzione iniziare una visita sistematica fotografica ai Palazzi Nobili di Bergamo. Sono partito dalla via Porta Dipinta, al numero civico 12; la facciata del Palazzo Moroni appare in tono quasi dimesso, mentre gli interni sono ricchi di ornamenti, considerati una delle espressioni più significative dell’arte Barocca di Bergamo.

L’edificio venne fatto costruire intorno alla metà del 1600 da Francesco Moroni e i lavori durarono circa 20 anni.

In occasione della mia visita, però, era vietato l’ingresso agli interni della dimora nobiliare; la mia attenzione è stata rivolta, pertanto, ai giardini esterni, in particolare al grande giardino che sale, a terrazza, fino alla base dei muraglioni che reggono la Rocca (mastodontico maniero difensivo in Città Alta). Ci si trova in una vasto appezzamento di terreno, in parte dedicato ad attività agricole e in parte adibito a giardino, il cui sviluppo verticale è mitigato da fiori e cespugli.

Secondo l’usanza del tempo, questo giardino dispone anche di finte grotte ed ornamenti in pietra.

Dati tecnici:

  • macchina fotografica: Contax TVS con obiettivo Carl Zeiss Vario Sonnar T* 28- 56mm;
  • pellicola: Fujicolor C-200 Iso negativa, sviluppata in C 41;
  • Carta per stampa: Fujicolor Crystal Supreme Paper Archive.

“F.C.B.: La Fotografia Analogica in armonia con la bellezza della Storia”